news
Nuovi orizzonti per l'agricoltura di precisione in Campania
16 dicembre 2020

Nuovi orizzonti per l'agricoltura di precisione in Campania

In vista del nuovo Piano di sviluppo rurale Campania 2023-2017 sarà necessario portare le aziende agricole al centro della scena dell’innovazione che le riguarda direttamente, per l’ottimizzazione dei costi, l’incremento della produttività e l’abbattimento delle esternalità ambientali negative. È l’esigenza emersa nel corso dell’Osservatorio sull’Agricoltura di Precisione tenutosi in teleconferenza con l’Assessorato Agricoltura della Regione Campania il 14 dicembre 2020 a Napoli, in occasione dell’annuale confronto tra i vertici dell’assessorato, presente l’assessore Nicola Caputo, le quattro organizzazioni agricole ed i principali stakeholders.

In particolare, è stata approfondita la tematica dei progetti d’innovazione fin qui sviluppati sulla misura 16 del Psr 2014/2020, grazie ai quali pure è importante l’apporto delle imprese agricole, anche se – sempre più – sembrano apparire come i luoghi della mera sperimentazione in campo, e quasi mai quali centri di regia e di decisione sulle scelte che riguardano la direzione da dare alle innovazioni.

Per altro, già con la transizione 2021 – 2022 del Psr Campania, sarà necessario mettere al centro delle scelte le reali necessità delle imprese, soprattutto rispettandone i tempi, divenuti sempre più pressanti, soprattutto sotto il profilo della responsabilità ambientale, con le scelte concretizzatesi nel Green New Deal, in parte passate nella nuova programmazione e che sicuramente impregneranno i contenuti del Next Generation Ue, dal quale si potranno ottenere risorse solo per progetti realmente operativi e facilmente finanziabili.

Si tratta di una tematica che – con la nuova programmazione Psr – sarà poi destinata a diventare dominante e fondamentale. Notevoli da questo punto di vista gli spazi che si aprono per una implementazione sempre più massiccia non solo delle tecniche di agricoltura di precisione basilari, ma anche delle tecnologie blockchain che consentano – in uno – un maggiore livello di controllo dei processi interni aziendali ed una prospettiva di sviluppo esterna sulla tracciabilità e rintracciabilità dei prodotti lungo tutta la filiera.